Condividi:

Emesso l’avviso pubblico (consultabile qui) per l’affidamento in concessione gratuita, per 20 anni, dei beni immobili confiscati alla mafia e trasferiti al Comune di Caltagirone, a favore di associazioni e/o cooperative Onlus o altri organismi simili.

Con esso viene indetta una selezione pubblica, aperta al territorio, per l’individuazione delle cooperative sociali Onlus, di enti, associazioni di enti locali, comunità terapeutiche e centri di recupero, organizzazioni di volontariato e associazioni di protezione ambientale a cui concedere in uso gratuito i beni che, con decreto del 6 novembre 2014, l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (Anbsc) ha trasferito al Comune.

Si tratta di terreni agricoli, per circa 32 ettari, con annessi fabbricati rurali, sequestrati e confiscati secondo quanto previsto dalla normativa antimafia. La legge consente al Comune di amministrare direttamente il bene o, sulla base di apposita convenzione, di assegnarlo in concessione, a titolo gratuito e nel rispetto dei principi di trasparenza, adeguata pubblicità e parità di trattamento, ai suddetti enti e/o organismi. Le domande devono pervenire al Comune entro le ore 13 del 1 settembre 2017. La gara – selezione (inizio delle procedure di ammissione e successivo esame dei progetti) è fissata per il 4 settembre.

Il miglior modo di combattere concretamente la mafia è consegnare, con la massima celerità possibile, i beni confiscati a quanti, nel segno della trasparenza, potranno utilizzarli in funzione sociale e produttiva.

.

Condividi:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *