Condividi:

Ci presenteremo al ministero degli Interni confidando nella sola affermazione del diritto e con la serena consapevolezza di chi, dopo un accurato e complesso lavoro, consegna alla città uno strumento indispensabile per avviarsi verso una fase di definitiva normalità.

Nessun trionfalismo da parte nostra, ma anche nessun altrettanto deleterio pessimismo. Bisogna guardare al futuro con onestà intellettuale, consci di ciò che è stato fatto, ma anche delle difficoltà che ci attendono. Speravamo di chiudere questo capitolo in 6-8 mesi, ma ce ne sono voluti 12 perché abbiamo trovato una situazione gravissima, di cui siamo comunque riusciti a venire a capo.

Ringrazio i consiglieri, l’assessore Giaconia, gli uffici e i revisori, il cui lavoro paziente e attento è garanzia della bontà del risultato raggiunto.

È un bilancio redatto secondo criteri di attendibilità, credibilità, veridicità e prudenza – ha sottolineato nel suo intervento l’assessore alle Finanze, Massimo Giaconia. Oggi, oltre al bilancio, centriamo anche l’altro significativo obiettivo del riequilibrio finanziario, come dimostra la riconquistata capacità del Comune di saldare un serie di compensi arretrati e di mettersi in linea con i vari pagamenti compresi quelli ai dipendenti, ma sappiamo pure che dovremo gestire la difficile fase post-dissesto con i tanti debiti a essa connessi e avviare iniziative per svegliare l’economia della città, impegno che stiamo già profondendo e che rafforzeremo.

Condividi:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *