Condividi:

La raccolta differenziata dei rifiuti, grazie al sistema del “porta a porta” integrale, ha fatto registrare una netta impennata, raggiungendo, nel mese di luglio, il 60 per cento, con il picco rappresentato dalla realtà più virtuosa, la frazione di Granieri, dove si è arrivati all’87 per cento.

Sono i dati emersi dall’incontro svoltosi in municipio con i rappresentanti di Kalat Ambiente Srr e di Eco Nord, la ditta che gestisce il servizio.

“Si tratta di un risultato significativo – sottolinea l’assessore Caristia -, che comporta un risparmio di almeno 40mila euro al mese per i minori conferimenti in discarica e, pertanto, di 500mila euro all’anno. Purtroppo, però, esso viene in larga misura vanificato dai comportamenti scorretti di una parte, per fortuna non larga, di cittadini non rispettosi delle regole, che continuano ad abbandonare i rifiuti, rendendo indispensabili gli interventi straordinari di pulizia con i relativi costi aggiuntivi. Serve, quindi, un ulteriore salto di qualità, eliminando queste criticità con la collaborazione di tutti”.

Ringrazio i cittadini di Caltagirone per la prova di civismo virtuoso che, in un mese, ha consentito di centrare un obiettivo che sembrava difficilissimo, mentre invito quanti non l’abbiano ancora fatto ad adeguarsi immediatamente alle disposizioni in materia. La riunione è stata pure un’utile occasione di confronto per mettere a punto le strategie di dettaglio per l’osservanza scrupolosa delle norme contrattuali, in modo da raggiungere il massimo livello di efficienza nella pulizia e nel decoro della città.

Intanto, è in fase di definizione la collocazione di telecamere nei punti più sensibili per indurre anche i più riottosi a rispettare le regole e, con esse, la città tutta.

Condividi:

2 Comments on Rifiuti: differenziata al 60 per cento, ma il perdurante abbandono di rifiuti provoca gravi costi sociali

  1. Mario
    11 agosto 2017 at 14:59 (4 mesi ago)

    Ĺa percentuale potrebbe aumentare ancora mettendo in atto delle isole ecologiche in posti strategici,solo cosi non ci sarebbero abbandoni x le strade di periferie,cimitero,piazzole di sosta ed altro ancora.un mio suggerimento,visto in altre citta

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *